Un sito dedicato ad Andrea Buoninfante che, pur essendo ufficiale, ci tiene ad assumere anche le prerogative del non ufficiale. Ecco allora la pagina per i detrattori perché è giusto dedicare spazio anche a chi ne parla male…

Libri

La Calata del santo a tre gambe

Andrea Buoninfante

 

uscita 2009 
pagine 320  
ISBN 9788889647394


prezzo € 16,00


Descrizione del libro

Che cosa lega l’apparente suicidio di un vecchio bislacco alla serie di disgustosi attentati che a Castromarso colpisce l’asse ereditario della famiglia più in vista del tranquillo paesino marsicano? Consapevolmente – troppo per il gusto delle autorità superiori – il maresciallo dei carabinieri Giovine indaga su questo legame. E altrettanto fanno, ma inconsapevolmente, Fabrizio ‘ejji Fullacciani, Enzo Pallettuni, Viola ed Elisa. Ricerche slegate tra loro che portano a uno stesso traguardo, inseguendo un pornodivo e un prete bello, smuovendo antichi rancori, smontando e rimontando vecchie colpe. Ma si può inseguire la verità in un paese in cui tutto sembra essere codificato, immobile, omertoso; un paese in cui gli stessi abitanti non hanno cognomi ma razze? La risposta sta in questo curioso e straordinario romanzo.

Gli Spot

​Capitolo 1 - Tornando in studio

​Capitolo 2 - Caduta di gusto

Capitolo 3 - Democrazia

Capitolo 4 - Il Bisogno

Con sincera inimicizia

Andrea Buoninfante

 

uscita 2011
pagine 180  
ISBN 9788889647752


prezzo € 14,00


Descrizione del libro

Sei tu la vittima? Prova a scriverlo a Trenitalia, all'Enel, alll’amministrazione di condominio, all’Inps, alla Siae. La tua parola contro la loro. Le tue lettere contro le loro. Con sincera inimicizia.
​«Giunti finalmente a destinazione mi sono recato, con una punta di (forse!) comprensibile nervosismo, all’assistenza clienti della stazione di Salerno (erano le 12.30 e non, come da voi promesso, le 10.15). Qui un vostro impiegato ha chiesto (a me!) il perché del ritardo di cui ero vittima. [...] Che dire poi della ricerca sui vostri tabelloni d’un Intercity per il ritorno? Anche il treno della sera, che internet dava per Intercity, sui vostri orari era invece un Eurostar! L’impiegato mi ha giustamente fatto notare che un conto è quello che si scrive sui tabelloni e un altro è la realtà. Ha anzi aggiunto che, se avessi voluto partire il giorno seguente, quel treno nemmeno l’avrei trovato. I tabelloni? “Ma lasci perdere i tabelloni!”»

Clandestina

A cura di Federico di Vita, Enrico Piscitelli

12 storie, 11 disegni, 1 sonetto

 

uscita 2010
pagine 156 
ISBN 9788889647554


prezzo € 13,00


Descrizione del libro

Clandestina è un’antologia di racconti a tema. I due curatori, Federico Di Vita ed Enrico Piscitelli, hanno chiesto a un combattivo manipolo di autori di scrivere storie ispirate dai molteplici significati della clandestinità. Clandestino è chi opera, si svolge, diffonde, senza l’approvazione dell’Autorità o contro il divieto di leggi vigenti. Clandestino è chi agisce di nascosto. È l’alieno che è sbarcato sul nostro Mondo e ci spia, e ci trova inviluppati nei nostri desideri di possesso. Clandestino è chi è costretto a occupare una scuola, per viverci, o chi fugge da un minilager per bambini, nell’Italia del presente. Clandestino è un migrante che fugge dal Medio Oriente abbindolato dai lustrini delle Tv commerciali e si trova catapultato nel lacerante squallore di una trasmissione di Enrico Papi, oppure un giovane ridotto allo stato di mitomania dopo anni di “apprendistato” non retribuito in una piccola casa editrice.Clandestina raccoglie autori dell’underground italiano – provenienti da collettivi e riviste. Per esempio: «inutile», «Colla», «FoLLeLFo», «Ernestvirgola», SIC – e li mette insieme a scrittori esperti, per manifestare tutti insieme un dissenso, per riscoprire un ruolo attivo della scrittura, che deve compiere il proprio dovere civile e si concede il reportage e il suo superamento. Perché sia piena e sentita la coscienza di essere clandestini in questo Paese, in questa epoca.


Con i racconti di Federico Longo, Davide Martirani, Francesco Sparacino, Sic [la Scrittura industriale collettiva di Gregorio Magini e Vanni Santoni], Ilaria Giannini, Giacomo Buratti, Ernesto Baj, Alessandro Romeo, Marco Montanaro, Andrea Buoninfante, Matilde Quarti, Angelo Calvisi.